EMERGENZA COVID

Da sabato scorso l'Emilia Romagna è Zona Arancione. Cosa cambia per chi fa sport

 

Come noto, da sabato 14 novembre la nostra Regione è Zona Arancione.

Il provvedimento del Governo, valido fino al prossimo 3 dicembre, dispone la chiusura di palestre e piscine, mentre prosegue l’attività individuale nei centri sportivi all’aperto.

 E’ consentito fare attività sportiva rimanendo all’interno del proprio Comune di Residenza. Come per la zona gialla, è necessario mantenere il distanziamento sociale dalle altre persone, 1 metro per l’attività motoria e 2 metri per l’attività sportiva, consentita dalle 5:00 alle 22:00.

 In una nota ufficiale, il Ministero dell’Interno precisa che corsa, jogging e bici sono da intendersi come attività sportive per le quali l’utilizzo della mascherina non è obbligatorio.

Camminata e passeggiata a piedi sono invece da intendersi come attività motoria ed è perciò obbligatorio indossare la mascherina.

 “In un momento così complicato – scrive in un post il presidente della Regione ER, Stefano Bonaccini - vogliamo sostenere un settore fondamentale per la nostra regione, rimanendo al fianco dell'associazionismo e delle società sportive. Pronto un piano da più di due milioni di euro per far ripartire lo sport prima possibile

 

 

   

 


PROSSIMI APPUNTAMENTI

IN LIBRERIA

DAL 10 DICEMBRE

tutto lo sport

Notizie del giorno


ANIMALI DAL MONDO / 81

Roma, cane anziano gettato fra i rifiuti. I suoi soccorritori l’hanno chiamato Spillo

                           [Apri]

                     [Precedenti]