CALCIO

Tino Torment Fattori lascia. Dalla prossima stagione non farà più il preparatore dei portieri

 

Addio al calcio. Dopo oltre vent'anni di onorata attività come preparatore dei portieri, Tino Fattori, in arte Tormento, ha deciso di dire basta. Dalla prossima stagione farà solo lo spettatore.

Aveva cominciato col Sant'Antonio e col Sant'Antonio finisce. In mezzo, tanto lavoro con i portieri del Molinella, del Mezzolara e dell'US Reno, del Corticella, del Fossatone e del Lavezzola. Nel suo curriculum anche una breve esperienza con il calcio femminile, a Imola, in A2.

I suoi maestri sono stati gli ex portieri del Bologna Antonino Elefante ed Enrico Cavalieri per la parte relativa all'attività del settore giovanile, Tonino Ferroni della Spal per quanto riguarda invece la preparazione specifica dei portieri di prima squadra.

Lascia senza rimpianti, contento di ciò che ha fatto. Il tempo passa, dice, gli acciacchi si fanno sentire, specialmente d'inverno. Sandro Bertocchi, compagno di fede juventina, gliela mette giù in rima: “Al destino che vien, rassegnarsi convien...”.

Bisogna anche dire che l'attività di preparatore dei portieri è stata, per il nostro amico Tormento, solo l'ultima appendice di una lunghissima carriera calcistica, iniziata verso la metà degli anni 60 nella juniores del Molinella. Giocava ala sinistra, all'inizio. Fu Bianchi a farne un mediano.

E allora verrebbe da chiedersi cosa può aver indotto un mediano ringhioso (che ha lasciato un segno importante nella storia del Molinella) a diventare un allenatore di portieri? Molto bravo, tra l'altro.

Un giorno, forse, ce lo dirà.

 

   

 

 

PROSSIMI APPUNTAMENTI

  

 

 

 

 

 

 

 

tutto lo sport

Notizie del giorno


ANIMALI DAL MONDO / 90

Pallottola, il cane antimine dell'esercito ucraino

                      [Apri]

                [Precedenti]