Enzo Bearzot alle piramidi con Magli

 

La vittoria dell'Italia nel Mundial di Spagna 1982 ha tenuto banco per diverse settimane su giornali e tv. Il 40° anniversario dell'estate di Pablito è stato celebrato ovunque.

Anche noi, nel nostro piccolo, abbiamo partecipato con piacere a questo “rito” la sera del 29 giugno in piscina (ma di questo abbiamo già scritto).

E' passato quasi un mese e continuiamo a cavalcare l'onda dei ricordi... Ma, una volta tanto, anziché ribadire qui le origini molinellesi del campione del mondo Gabriele Oriali, vorremmo accendere i riflettori su Enzo Bearzot (1927-2010), il condottiero azzurro di Spagna 82, “il Vecio” come lo chiamò Giovanni Arpino. 

La sua biografia (di giocatore, più che di allenatore) rivela infatti curiosi intrecci con il calcio molinellese. Un ritaglio del Caffè di febbraio 2011 ne suggerisce almeno due.

Quello che sarebbe poi diventato il CT della Nazionale, giocò la sua prima partita in Serie A con la maglia dell'Inter, a Livorno, il 21 novembre 1948, avendo come compagno di squadra il nostro Gustavo Fiorini.

Difensore arcigno dell'Inter, del Torino e del Catania, Bearzot ha giocato anche in Nazionale. Negli annales del calcio è ricordato per il gol segnato all'Egitto (Coppa del Mediterraneo, 18 dicembre 1955) con l'Italia B, che schierava quel giorno anche Augusto Magli.

 

 

 

FOTO 1 / La Nazionale in visita alle Piramidi e alla Sfinge: Bearzot è il terzo da sinistra nella fila in basso; alle sue spalle, proprio dietro di lui, il 32enne Augusto Magli, riconoscibile dal fazzoletto bianco al taschino della giacca.

FOTO 2 / Enzo Bearzot con la Copppa del Mondo 82

 

 

 

   

 

 

PROSSIMI APPUNTAMENTI

 

 

 

 

 

 

 

 

tutto lo sport

Notizie del giorno


ANIMALI DAL MONDO / 90

Pallottola, il cane antimine dell'esercito ucraino

                      [Apri]

                [Precedenti]